Intervista con Yuriko Tiger

by his on 3 settembre 2015

di G.Rossetti

Yuriko Tiger

Yuriko Tiger è la cosplayer italiana più famosa in Giappone.  Gentilissima, stravagante, con una buona dose di umorismo e grande sognatrice, Yuriko Tiger ci ha raccontato il “suo Giappone”, da dove è nata la sua #vogliadiGiappone e i suoi impegni futuri.


INTERVISTA


1.

D:
Ciao.  E’ un vero piacere poter intervistare Yuriko Tiger.  Per prima cosa parlarci un po’ di te, chi è Yuriko Tiger?

R:
Il piacere è mio!

Yuriko Tiger è un personaggio, il mio vero nome è Eleonora e sono una ragazza molto sognatrice, un po’ impacciata ma determinata (hahaha).

Ho 21 anni e abito da un anno e mezzo circa a Tokyo. Lavoro con la DreamNetworks e la Bandai Namco insieme ad altre agenzie come ‘’Talent televisivo, ragazza immagine, cosplayer ufficiale per eventi, presentatrice e neo-idol’’. Diciamo che Yuriko Tiger era una ragazza normale che sta avverando i propri sogni e condivide le proprie esperienze con le persone tramite i social network,nonché una pazza scatenata che adora l’animazione,musica e cultura giapponese fin da piccola.

Il mio obbiettivo è diventare un’Artista in Giappone e affermarmi in più campi! Vorrei provare anche a diventare una vera ‘idol’ e piano piano arriverò a tutto!


Yuriko Tiger

2.
D:
1 manga, 1 film, 1 anime, 1 libro e 1 CD che ti descrivono e che porteresti con te in una fuga alla Moonrise Kingdom.

R:
Un manga che descrive appieno la mia vita durante le scuole medie è VITAMIN, di Keigo Suenobu.
Un manga che parla di bullismo in generale, molto diffuso in Giappone ma è un argomento che spesso viene ignorato in tanti manga ‘’fantasiosi’’.
Un film e un anime? Domanda difficile, molto difficile.
Ne guardo davvero tanto (quasi 1 al giorno nuovo), quindi cambio gusti facilmente.

Se parliamo di animazione (non per forza giapponese) mi porterei un cartone della Disney: “Le follie dell’Imperatore” ,che non mi stanco mai di rivederlo.
Porterei  sia ‘’Wasabi’’ con uno dei miei attori preferiti che “Una settimana da Dio “con Jim Carry ,mi serve quando mi ‘’lamento’’ della mia vita o penso in negativo, un film che guardo in automaticamente,penso di sapere ormai tutte le battute a memoria, hahaha!

Un anime nuovissimo di cui sono in fissa al momento è: Idol Master Cinderella.
Anche Death Parade è molto interessante. Se parliamo di ‘’chicche’’ sono una delle tante a cui ha stupito: Attack On Titan.
Un CD… Anche se si parla di musica inizio a perdermi in mille genere e discorsi ma direi uno degli album delle idol giapponesi ‘’Dempagumi inc.’

Il  video del singolo [ちゅるりちゅるりら] delle Dempagumi Inc.

3.
D:

Come è nata questa tua voglia di Giappone? Cosa ti affascina e ti appassiona di questo paese per decidere di trasferirti qui in Giappone?

R:
Mi sono avvicinata al mondo giapponese per via dell’animazione, guardando per caso ‘’Inuyasha’’ e subito dopo un documentario del canale MTV sul Giappone quando avevo appena 11 anni e me ne innamorai.
La decisione di trasferirmi l’ho presa solo dopo averci vissuto 3 mesi (tornando a casa per altri 3) come una vacanza studio e dopo 6 mesi quando firmai il contratto con la mia agenzia. Questo è un altro mondo ed è questo che mi affascina anche con i suoi lati negativi, qui trovo quella che molti chiamano ‘’felicità’’, probabilmente perché oltre a tutto ciò che mi piace, questo paese mi ha dato la possibilità di avverare i miei sogni e di avere delle chance.

4.
D:
Ti ricordi la prima cosa che hai pensato quando hai messo piede a Tokyo? Ti sei sentita un po’ come in Lost in Translation? Riesci a descriverla…

R:
Pensavo fosse un sogno, non riuscivo a piangere, ne a credere di esserci arrivata, ero davvero felice!

5.
D:
Quali sono le zone di Tokyo, i locali  che ami frequentare di più? Insomma, dove si potrebbe avere la fortuna di incontrarti?

R:
Akihabara, non solo perché come zona è il mio ‘’paradiso’’ ma perché frequento la scuola di lingue lì ma spesso vado anche a Ikebukuro, Nakano e Shibuya.


Akihabara, photo by heiwa4126

6.
D:
In questi anni sei riuscita a viaggiare alla scoperta del Paese? Quale zone del Giappone hai visitato e quali sono le tue preferite?

R:
Ho visitato Nikko, Yokohama, Okinawa, Osaka, Nagano, Kyoto, Nara e Nagoya.
Ho una strana fissazione con Fukuoka, pur non essendoci mai stata, comunque la mia preferita rimane Tokyo.


Tokyo, Foto by Takashi Kitajima via illusion.scene360


7.
D:
Passiamo alla tua carriera…

Alcuni quotidiani ti hanno descritta come: “l’italiana che si è trasformata in un manga per conquistare il Giappone”…è proprio così?

R:
I giornali pompano un po’ i titoli degli articoli, come ben si sa. Al di là del personaggio, forse il fatto di aver iniziato cosplay seriamente fin da piccola, di amare la recitazione ed essere molto condizionata da questo mondo ha creato davvero un ‘’manga’’ vivente come personaggio. A molto giapponesi piace la mia determinazione e ovviamente il fatto di essere diversa da loro ma non del tutto ‘’italiana’’.


8.

D:
Hai da poco inciso anche un disco e hai all’attivo un progetto collaterale TigerxTokyo…da molto tempo tieni anche un Blog su Youtube: iperattiva?…come fai a districarti in tutto questo?

Il videoclip di Yuriko Tiger

R:
Il progetto con le TxT era nato tre anni fa e lo mandiamo avanti senza nessuno scopo particolare oltre al divertimento puro, sono mie amiche alle quali per puro caso ho fatto conoscere le dance cover giapponesi, dopo qualche anno mi hanno superato e l’hanno trasformata nella loro più grande passione. Spero di fare un live con loro in Giappone un giorno, quando siamo insieme mi sento decisamente meno sola e più tranquilla.

Da quando sono partita per il Giappone ho voluto far vedere una parte più ‘’pazzerella’’ di me, che la gente non si aspettava e così condividere ironicamente le mie avventure in Giappone su Youtube.

Ho molti progetti, il mio vero problema è che vorrei fare una marea di cose ma TROPPE e non riesco a concentrarmi su una sola!

Spero che il progetto musicale continui e si allarghi…


Cosplay di Lili, Tekken7

9.
D:
La Bandai Namco pare ti abbia scelta per il Cosplay di Lili dal videogame di prossima uscita Tekken7. Come è nata questa collaborazione?

R:
Tramite la mia agenzia lavorai per caso a un evento ‘’Pachinko’’ per Tekken Tag Tournament 2 nei panni di Lili.

La Bandai mi ha notato e ha contattato la mia agenzia per il primo lavoro per Tekken 7. Ho conosciuto Harada e il capo leader del team di Tekken.  Sono veramente tutte persone molto simpatiche e alla mano. La Bandai Namco ha realizzato uno dei miei sogni effettivamente, gioco da quando avevo 3 anni e ho sempre voluto lavorare per qualche casa di videogame.

Da poco sono diventata la cosplayer ufficiale anche di JOSIE RIZAL, un nuovo personaggio di Tekken!

10.
D:

Per fare di un Cosplay un buon Cosplay abbiamo la sensazione che sia necessario calarsi molto nel personaggio…insomma è un po’ come recitare? Ti piacerebbe recitare in qualche Drama o film in futuro? Hai mai pensato di fare una scuola di recitazione?

R:
Si, è uno dei miei sogni e vorrei frequentare una scuola di recitazione ma al momento non ne ho le possibilità economiche,linguistiche e anche la mia agenzia essendo molto piccola non può offrirmi dei corsi così grandi.

Adoro recitare su un palco e il cosplay mi ha dato l’opportunità  di potermi calare in un personaggio che adoro e avere anche solo per un giorno, una storia diversa che non sia la mia.

Mia madre mi ha chiamata ‘’Eleonora’’ come ‘’Eleonora Duse’’,una famosa attrice italiana di un passato molto passato, che neppure conosceva se non per il nome e fama, probabilmente per ‘istinto’ (in quanto mia madre non ha minimamente interesse del mondo artistico teatrale o cinematografico e vive bene senza tv) di certo è che neppure lei sapeva spiegarsi quando nella scelta del mio nome, solo quello le veniva in mente….Chissà!

Uno dei Cosplay di Yuriko Tiger, davvero sorprendente! :)

11.
D:

Il tuo sogno nel cassetto è quello di diventare un idol/artista in Giappone. Quale sono secondo te le difficoltà maggiori per fare questo mestiere?

R:
La mia più grande difficoltà penso sia il canto,mi sono sempre imbarazzata anche se mi ha incuriosita da adolescente,non ho mai affinato e se dovessi ballare e cantare contemporaneamente ora, finirei col perdere fiato!La mia agenzia purtroppo non ha contatti con il mondo idol, questa è la cosa più difficile ma nel frattempo ci lavoro su,non dico che sia il mio scopo finale ma vorrei provarci,sarebbe uno step per fare altre esperienze.Spesso ti ‘’impongono’’ un immagine ma fortunatamente ho un manager molto buono che mi lascia molta libertà di decisione.

Yuriko Tiger ospite alla Fuji TV

12.
D:

Per concludere, quali consigli ti senti di dare a chi come te condivide la passione per il Giappone e desidera trasferirsi o cercare un lavoro lì.

R:
Di non arrendersi ma non di farsi ‘viaggioni mentali’. Se l’Italia non piace per certi aspetti bisogna imparare per primo a rispettare quello che è diverso da noi e le regole diverse dal proprio paese. Non è tutto rose e fiori, lavorare qui per uno straniero può essere molto duro sotto un certo punto di vista.

Ma se una persona ama i lati positivi di questo paese, li condivide,ha determinazione e voglia di fare, non penso si troverà male!

Grazie Yuriko Tiger e頑張って!Mi raccomando, quando torni in Italia vienici a trovare nella nostra sede di Roma o Milano…

Volentieri!

Dal canale Youtube, il vlog dopo 1 anno in Giappone



Yuriko Tiger

Classe 1993, è una popolare cosplayer e vlogger italiana. Fin da piccola ha avuto una sorte di adorazione verso il Giappone e ne ha seguito la cultura, la moda, il cosplay e la musica giapponese sognando un giorno di poterci andare.
Oggi, vive, studia e lavora a Tokyo ed è diventata la cosplayer italiana più famosa nel Paese.

I link di Yuriko Tiger

> Official website

> Il Canale Youtube di Yuriko Tiger

> YurikoCosplay Facebook

> Twitter @YURIKOTIGER

> Instagram

>Il blog di Yuriko in giapponese su Ameblo

> Yuriko Tiger su Dreaminfo


Comments are closed.