Il Ghibli Museum di Mitaka

by his on 9 marzo 2015

di Aritravelplan

Chi ama il Giappone, non può non amare anche le opere di Hayao Miyazaki, uno dei registi, sceneggiatori e produttori cinematografici giapponesi più conosciuto al mondo, nonché il fondatore insieme al collega e mentore Isao Takahata dello Studio Ghibli. Viene con me alla scoperta del Ghibli Museum, dove le opere e i personaggi di Miyazaki prendono vita…

Foto di Cristian Pola

Miyazaki e il Ghibli Museum

Hayao Miyazaki è il papà di Totoro, l’adorabile incrocio tra una talpa, un orso e un procione, protagonista de Il mio vicino Totoro, di Ponyo, la romantica bambina pesce che vuole diventare umana e di Chihiro, la deliziosa bimba protagonista de La città incantata, il massimo capolavoro di Miyazaki, segnalato da un’autorevole rivista del settore fra i trenta film chiave del primo decennio del XXI Secolo.

Il Ghibli Museum, conosciuto anche come Museo d’Arte Ghibli, è il museo fortemente voluto da Miyazaki per consentire a chiunque interessato di conoscere le opere dello Studio Ghibli.

Aperto al pubblico dal 2001, si trova nella zona residenziale di Mitaka, un sobborgo a ovest di Tokyo, raggiungibile con il treno in circa 20 minuti dal centro della metropoli.

Foto di Cristian Pola

La mia esperienza al Ghibli Museum

Avendo fatto un bel ripasso dei film del maestro prima della partenza per il Giappone, ricordo che non vedevo letteralmente l’ora di essere accolta all’ingresso del museo da Totoro, il mio personaggio di Miyazaki preferito. A dirla tutta, appena atterrata a Tokyo già mi immaginavo comprare peluche e gadget nel negozio del museo. Mio marito Cristian, invece, da vero appassionato di anime, sperava di soddisfare le sue curiosità sui processi produttivi di un film di animazione.

Il museo non ha tradito le nostre attese sin dall’ingresso: esternamente sembra una via di mezzo tra un Camino delle Fate e la casa di uno hobbit mentre all’interno è tutto un susseguirsi di sale collegate da scale a chiocciola, ponti sospesi e stretti passaggi che fanno urlare di gioia i molti bambini presenti (e non solo). C’è anche un piccolo cinema dove, nonostante lo scetticismo iniziale, dettato dalla difficoltà della lingua, abbiamo assistito alla proiezione di un divertente corto inedito.

Il resto della mattinata a nostra disposizione lo abbiamo dedicato all’esplorazione delle varie sale che, al piano inferiore spiegano attraverso una serie di giochi e di simulazioni come viene realizzato un film d’animazione dello studio, mentre al piano superiore presentano una riproduzione talmente tanto minuziosa e realistica dello studio di Miyazaki che ci è sembrato che da un momento all’altro il maestro dovesse di nuovo sedersi alla sua grande scrivania a disegnare davanti a noi.

Foto di Cristian Pola per HIS

Ghibli Museum: informazioni utili per la visita

Il Ghibli Museum si trova qui: 1-1-83 Simorenjaku, Mitaka-shi, Tokyo 181-0013.

Per raggiungerlo dal centro di Tokyo, prendi la JR Chuo Line dalla stazione di Shinjuku.

Il Museo è aperto tutti i giorni tranne il martedì. Consulta il calendario delle aperture per maggiori info.

L’ingresso è consentito solo previa prenotazione. Considerata la grande affluenza, ti consiglio di prenotare la tua visita con largo anticipo.

Comments are closed.